Bliss point, quando il cibo diventa dipendenza

Nell’industria la creazione di cibi confezionati o precotti è studiata e programmata minuziosamente, si creano prodotti con una determinata quantità di zuccheri, grassi e sale che stimolino il piacere fino ad una sorta di assuefazione o pseudo dipendenza, tanto da aver dato origine alla definizione di “BLISS POINT”, la cui traduzione letterale è infatti “PUNTO DI BEATITUDINE”. Questo sfruttando il fatto che

l’uomo ha innato un sistema cosiddetto “di ricompensa ” che lo motiva a ripetere azioni necessarie per la sua sopravvivenza, per esempio il mangiare, producendo in cambio delle sostanze che creano benessere quali dopamina e serotonina.

Ecco perché quando mangiamo un cibo particolarmente palabile è difficile fermarsi al primo boccone ma il nostro istinto è quello di prolungare il benessere che ne consegue.

Segui la nostra pagina Facebook

News & Eventi

Benessere e intestino

Noi esseri umani ospitiamo tantissimi microrganismi batterici che vivono in simbiosi con noi e costituiscono il nostro MICROBIOTA. Tutti questi microrganismi ed i geni che sono …

Leggi l'articolo →
News & Eventi

Il carrello della spesa in tempo di Coronavirus

In questi tempi di quarantena possiamo uscire per fare la spesa ma è importante attenersi alle regole,ossia fare provviste possibilmente due volte alla settimana. Quindi che …

Leggi l'articolo →
News & Eventi

Perchè cambiano i comportamenti alimentari nei giorni di quarantena

Il cibo è indispensabile per la nostra vita ed è anche il primo contatto che il neonato ha con il mondo esterno,è il suo primo bisogno,è …

Leggi l'articolo →

2 Comments

  1. Salva ha detto:

    grazie, c”è solo l”imbarazzo della scelta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *