Cosa metto nel carrello in estate?

Il nostro organismo è dotato di un meccanismo fisiologico, la termoregolazione, con il quale è in grado di mantenere costante la temperatura corporea indipendentemente dalle condizioni climatiche esterne. Il centro termoregolatore ipotalamico è capace infatti di captare ed elaborare i segnali provenienti dalla cute dal cervello, midollo spinale ecc…, coordinando la risposta più idonea al mantenimento della temperatura corporea.

Quando la temperatura esterna aumenta, come in estate, il nostro organismo reagisce abbassando quella corporea tramite una serie di meccanismi termo dispersivi, quali la vasodilatazione cutanea, l’aumento della sudorazione, l’aumento della frequenza e della profondità del respiro. Diminuiscono anche l’appetito e la frequenza cardiaca, in risposta a una minore richiesta di ossigeno da parte degli organi, di conseguenza i bisogni energetici e le scelte alimentari saranno diversi rispetto a quelli invernale.

Che cosa mettere allora nel carrello della spesa in estate?

Sicuramente prediligeremo cibi freschi, a minore densità energetica, ossia alimenti che sviluppano minore energia quando vengono metabolizzati nel nostro organismo. Allo stesso tempo è essenziale che il pasto sia completo per non far mancare nutrienti essenziali.

Quindi consiglierei uno yogurt o latte con cereali integrali e frutta fresca per la prima colazione.

Per tutti coloro che hanno pochissimo tempo a disposizione per il pranzo si possono contemplare dei piatti freddi e unici da preparare prima, per esempio del riso venere con gamberetti e zucchine oppure del farro con pomodorini rucola e scaglie di parmigiano o ancora fagioli o ceci con ciliegini ed origano, piatti freddi che apportano carboidrati, proteine, fibra, il tutto condito con un cucchiaio di olio extravergine di oliva, che apporta grassi e vitamina E nella giusta misura. Per gli spuntini ideale sarebbe introdurre frutta fresca di stagione perché ci dà la possibilità di reintegrare acqua, vitamine e sali minerali.

In questo periodo le albicocche sono da prediligere in quanto ricche di betacarotene (precursore della vitamina A) e licopene, sostanze che ostacolano il processo mediante cui si formano le lipoproteine a bassa densità o colesterolo LDL (il cosiddetto colesterolo “cattivo”). Inoltre sono potenti antiossidanti, importanti nel meccanismo della visione, assolutamente indispensabile per la formazione delle ossa e dei tessuti e per la cicatrizzazione.  La vitamina A è anche protettrice per eccellenza di pelle mucose, capelli e unghie ed insieme alla vitamina C ed E favorisce una sana e regolare abbronzatura.

Una piccola accortezza però è necessaria: quando si lasciano diventare troppo mature, le albicocche perdono le sostanze nutritive è quindi indicato mangiarle quando sono ancora sode.

Per finire nel carrello della spesa non dovrebbe mai mancare la verdura, in questo periodo peperoni, melanzane, zucchine che oltre all’apporto di acqua e di fibra ci regalano sali minerali e vitamine necessarie per il sano funzionamento metabolico.

Per le cene estive infine si consiglia un maggior consumo di pesce approfittando della possibilità di vacanze al mare, quindi via libera alle insalate di mare, ai piatti unici tipo seppie e piselli piuttosto che polpo e patate e per i più fortunati grigliate di pesce.

Segui la nostra pagina Facebook

 

News & Eventi

Benessere e intestino

Noi esseri umani ospitiamo tantissimi microrganismi batterici che vivono in simbiosi con noi e costituiscono il nostro MICROBIOTA. Tutti questi microrganismi ed i geni che sono …

Leggi l'articolo →
News & Eventi

Il carrello della spesa in tempo di Coronavirus

In questi tempi di quarantena possiamo uscire per fare la spesa ma è importante attenersi alle regole,ossia fare provviste possibilmente due volte alla settimana. Quindi che …

Leggi l'articolo →
News & Eventi

Perchè cambiano i comportamenti alimentari nei giorni di quarantena

Il cibo è indispensabile per la nostra vita ed è anche il primo contatto che il neonato ha con il mondo esterno,è il suo primo bisogno,è …

Leggi l'articolo →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *