Prevenzione alimentare Covid-19

Siamo in un momento di emergenza ed ora più che mai è importante fare prevenzione con una corretta alimentazione.
Il covid-19 si lega tramite il recettore dell’enzima ACE2 ed entra nel nostro organismo provocando una ARDS (sindrome da stress respiratorio acuto), ossia il virus entrando nelle cellule polmonari si duplica velocemente creando danni importanti.
Quindi è necessario intervenire sui seguenti aspetti
1) bloccare l’adesione del virus alle cellule: è stato visto che con bassi livelli di vitamina D3 (<30 ng/dl) i corona-virus riescono ad aderire meglio al recettore ACE2.
La vitamina D è presente nel latte,latticini,uova anche se in modica misura.
Molto importante l’esposizione al sole da Aprile a Settembre
2) bloccare la duplicazione e introdurre fattori protettivi che possano ridurre la tempesta di citochine prodotta. Molti studi in vitro dimostrano che se si inibisce
l’NF-KB si ha una inibizione della riproduzione virale.
L’NF-KB é un fattore di protezione che il nostro organismo ha come difesa contro virus e batteri,creando una cascata di molecole dell’infiammazione, le citochine. Normalmente per produrre anticorpi contro il virus occorrono 40-50 giorni, dal momento che la riproduzione del virus è velocissima,infatti il COVID-19 usa il sistema NF-KB per riprodursi piuttosto che esserne compromesso, il nostro corpo cerca di difendersi prima producendo tantissime citochine che, se così in eccesso però,creano danni non solo al virus ma anche alle stesse cellule polmonari (da qui la difficoltà respiratoria).
E’ stato dimostrato che I POLIFENOLI contribuiscono ad inibire l’NF-KB e quindi la produzione di citochine pro-infiammatorie.
I polifenoli,sostanze che le piante utilizzano per difendersi dagli animali,sono la più grande classe di composti fitochimici trovati in natura. Avrete sentito parlare del RESVERATROLO che si trova nel vino, bene è un polifenolo che difende la vite dall’aggressione dei funghi. In generale li troviamo nella verdura e nella frutta,in particolare nei pomodori,carciofi,broccoli,cavolfiori, melograno, nei frutti rossi, nel thè verde,thè nero ecc.
Importante anche la CURCUMA per ridurre la produzione di citochine infiammatorie.
Anche gli acidi grassi OMEGA 3,che troviamo nel pesce,nei semi di lino,nell’olio di borragine,hanno un ruolo importantissimo nei processi infiammatori.
Mantenerli in un buon rapporto nel nostro corpo è fondamentale ed é possibile anche introducendo in misura ridotta i grassi saturi( contenuti nelle carni rosse, negli insaccati ecc..) dando invece priorità all’olio di oliva.
QUINDI importante variare il più possibile la nostra alimentazione, introdurre più frequentemente pesce,mangiare nelle giuste misure,e colorare i nostri piatti con tanta verdura e frutta di stagione.
Ultima cosa, ma non per questo meno importante, è mantenere una sana attività fisica. Infatti quando l’organismo combatte virus necessita di una maggiore energia per rafforzare e far funzionare al meglio il nostro sistema immunitario.
Tutti noi sappiamo che i deputati a fornire energia e ATP nel nostro corpo sono i mitocondri. E’stato dimostrato che l’inquinamento atmosferico determina un aumento dello stress ossidativo mitocondriale e quindi l’incremento dei mitocondri disfunzionali che devono essere eliminati per avere il corretto funzionamento della macchina.
Bene l’attività fisica e l’adrenalina che ne consegue,il giusto apporto nutrizionale,l’integrazione di aminoacidi essenziali favoriscono l’autofagia dei mitocondri disfunzionali. Quindi anche in questi giorni di quarantena si consiglia di fare allenamento fisico attraverso piccole cose che abbiamo a disposizione a casa, facendoci aiutare dai tantissimi video che troviamo sul web.

News & Eventi

Benessere e intestino

Noi esseri umani ospitiamo tantissimi microrganismi batterici che vivono in simbiosi con noi e costituiscono il nostro MICROBIOTA. Tutti questi microrganismi ed i geni che sono …

Leggi l'articolo →
News & Eventi

Il carrello della spesa in tempo di Coronavirus

In questi tempi di quarantena possiamo uscire per fare la spesa ma è importante attenersi alle regole,ossia fare provviste possibilmente due volte alla settimana. Quindi che …

Leggi l'articolo →
News & Eventi

Perchè cambiano i comportamenti alimentari nei giorni di quarantena

Il cibo è indispensabile per la nostra vita ed è anche il primo contatto che il neonato ha con il mondo esterno,è il suo primo bisogno,è …

Leggi l'articolo →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *